L’amore dura più a lungo quando siamo mindful


Una piccola guida pratica per riscoprire la bellezza di riaprirsi ad un amore autentico e consapevole


Questo non signfica altro che essere sempre presenti, in modo consapevole, nel momento presente,perchè è il solo che possiamo vivere. Non ci serve affollare la mente con pensieri del tipo: “domani devo pagare la bolletta della luce”, “fra un’ora dovrò andare a fare la spesa”, “come andrà il colloquio di lunedì…”Domandiamoci sempre qual è la cosa più funzionale al nostro benessere in un determinato momento, soprattuto se viviamo un rapporto d’amore al quale abbiamo consegnato le chiavi di un progetto di vita a lungo.

...imparare ad amare è un viaggio meraviglioso, ma è necessario costruire e rafforzare, in ognuno di noi, la convinzione che sia possibile fare  la differenza nella propria vita, confidando nel potere di due doni che già si possiede: la capacità di essere presenti e il coraggio di dare valore alla saggezza che abita nel proprio cuore, momento dopo momento. Chi fa tesoro di questo, avrà modo di condividerlo con la persona amata.

Vivere un rapporto con il proprio partner in modo Mindful, significa “stare nel momento presente”, e rendersi conto di come ci poniamo nei confronti dell’altrui presenza, prima di recriminare, piangere una mancanza o giudicare. Il concetto chiave è che l’Amore si nutre di consapevolezza e del nostro esserci completamente. Domandatevi se, ad esempio, quando siete vicini, dove siete realmente? Il corpo è lì, ma la vostra mente? Grazie a una rinnovata conoscenza di sé, sarà possibile aprire la mente e il cuore all’Altro e vivere ogni tipo di relazione con autenticità, fiducia e consapevolezza.
 
Vediamo come....
 

Osservazione profonda 

Presta attenzione al tuo partner con interesse e curiosità, mentre ti parla. Concentrati, se ti è difficile, sul contorno del suo viso, sulla sua bocca, sui suoi occhi, sul suo naso. Non fare più cose contemporaneamente, quando siete assieme. Focalizza il tuo essere solo su di lui. Stai nel presente piuttosto che pianificare ciò che dirai più tardi. Sii aperta a nuove informazioni che ti può dare e accorgiti dei pensieri giudicanti rivolti al partner, lasciali andare.

Descrivere il momento

Prova a sostituire le parole che giudicano con parole che descrivono. Evita di fare supposizioni o interpretazioni su cosa il tuo partner sta dicendo e pensando di te, senza controllare i fatti. Ricorda che nessuno ha mai osservato i pensieri, le motivazioni, le intenzioni i sentimenti e l’emozioni di un’altra persona. Cerca di evitare di interrogarlo sulle sue motivazioni ( a meno che tu non abbia buone ragioni per farlo), nel fare una cosa. Dagli il beneficio del dubbio!

Assenza di controllo

Buttati sempre nelle conversazioni con il tuo partner, senza aver paura di essere giudicata, o per evitare conflitti. Evitare è la peggiore strategia per far funzionare un amore autentico. Segui, invece il fluire degli eventi, rimanendo concentrata solo di lui, senza che sopraggiunga il desiderio di controllare la comunicazione. Se arriva, fermati, accogli questo momento, e prova a fissare qualcosa che ti piace di lui. Un particolare del viso. Così ritornerete su di Voi!

Felicità personale

Nessuno potrà mai garantirci di essere felici, eccetto noi stessi. La via verso la relazione perfetta, quindi, passa innanzitutto dalla costruzione di una felicità personale che non dipende dall'altro. Praticando con costanza la meditazione di consapevolezza, i semi della felicità vengono irrigati e ben nutriti fino a germogliare e produrre piante forti e rigogliose. E' a questo punto che l'Amore sgorga spontaneamente. Non come un bisogno di avere, ma come un traboccare.

Accetta il cambiamento

Tutto è semi-permanente, perché questa è la natura della vita. Tu cambi, lui cambia, e quando si sta assieme non sempre si cambia all'unisono, perché, più che gli accadimenti della vita, sono la mancanza di comunicazione e d'ascolto profondo a renderci ciechi nei confronti delle trasformazioni dell'altro, impedendoci di crescere assieme. Così, un giorno, ci troviamo di fianco qualcuno che non riconosciamo. Quello di cui ci eravamo innamorate un tempo, l'abbiamo perso strada facendo.

Tollera il rifiuto

Stai dentro al rifiuto, accetta consapevolmente, che le vostre idee su un determinato argomento possono non essere uguali. Se vedi che si sta creando un clima che non permette un dialogo, allontanati da lui. E’ la cosa più funzionale. Chiudi per un attimo gli occhi e ascolta dove è focalizzata l’emozione di rabbia o delusione che provi. Accoglila, riapri gli occhi, inizia a fare delle lunghe inspirazioni/espirazioni, provando a fare del rilassamento muscolare, stringendo i pugni e rilasciandoli.

Distrazione

Quando senti che non è il momento giusto per parlare di una cosa, esprimi chiaramente al tuo partner, il fatto che è meglio posticipare la conversazione. Prenditi del tempo per distrarti, con qualcosa che ti piace. Ti puoi accendere una candelina profumata, guardare la fiamma, e sentirne il profumo. Puoi prendere un’acqua profumata, spruzzartela sul corpo, toccare la boccettina, guardarne il colore. Guardare una foto che ti mette gioia sul telefono. Lenire i cinque sensi per ritornare alla quiete.

Validazione

Cerca di trovare sempre il nocciolo della verità nella prospettiva o nella situazione vissuta dal partner; verifica i fatti (carta e penna). Riconosci che le emozioni, i pensieri e i comportamenti del tuo lui, hanno delle cause e pertanto possono essere comprensibili. Non necessariamente devi però, essere d’accordo con il partner. Ricordati. Validazione non significa apprezzare, ma accettare che lui abbia la sua sofferenza, che magari non è un fatto personale nei tuoi confronti.


No all’ostinazione

Se c’è un aspetto, un comportamento, una modalità del tuo partner che non ti piace, non adottare la strategia dell’ostinazione. Non fissarti su quella cosa che non va, accettala senza farlo sentire sempre in difetto. Concentrati in modo consapevole sempre sulle cose e aspetti positivi del momento. Impuntarsi su un qualcosa che sappiamo non potrà cambiare, è uno spreco di energie per noi stesse e per la coppia. Ancorati sempre al presente con il respiro. Lo puoi fare sempre!

Rispecchiarsi

Ripeti quanto hai udito o osservato per accertarti di avere compreso quanto il tuo partner sta dicendo. Non usare un linguaggio o un tono di voce giudicante. Prova ad immedesimarti davvero in ciò che l’altro sente o pensa. Abbi una mente aperta (non essere subito in disaccordo, non criticare e non provare a far cambiare obiettivi al tuo partner). Usa un tono di voce che permetta lui di correggerti...E controlla sempre i fatti!

Esserci davvero

“Sono qui per te”. E' una pratica, non una dichiarazione. Significa che ci sei completamente, mente, corpo e cuore, e con tutta te stessa stai con lui in questo istante. Concentrati e raccogliti nel momento presente usando la respirazione consapevole, poi, quando senti di essere totalmente presente, puoi diglielo senza esitare: "Sono qui per te"!

Chiedere aiuto

È un atto d’amore innanzitutto. Quando ci si sente feriti è difficile chiedere aiuto. Preferiamo attaccare o punire l'altro con il silenzio, mettendoci così in una situazione sfavorevole alla comunicazione e alla comprensione, che sono le uniche basi su cui è possibile risolvere realmente il contrasto. Dire come ci si sente – senza offendere– e chiedere aiuto è difficile, ma trasforma subito la situazione da un terreno di battaglia e uno di incontro.

Stare nel “qui ed ora”

Anche se si è dimostrato  diverso da quello che pensavi, anche se ti ha fatto un torto, in parte ha ragione. Non scandalizzarti per questa affermazione, ma prendi consapevolezza del fatto che ogni evento è l'effetto dell'azione di tutti coloro che vi hanno partecipato. Non parlare mai di cose passate; focalizzati  sul tema in questione. Spesso si ritorna indietro e si mettono nel calderone aspetti già accaduti. Sii consapevole solo di quello che sta accadendo adesso.

Leggere nella mente

Sii sensibile a ciò che viene comunicato dal tuo partner in maniera non verbale. Presta attenzione in modo sempre consapevole, alle espressioni del volto, al linguaggio del corpo, a ciò che succede e a ciò che già conosci di lui. Dai prova di avere compreso verbalizzandolo o attraverso le tue azioni. Sii aperta alle correzioni. Agisci come se il comportamento del tuo partner avesse davvero valore.

 Nel mio libro, che trovate su amazon... "Da Instagram all'altare. L'arte dell'incontro come nessuno ve l'ha mai spiegata...", ci sono consigli e suggerimenti anche su questo tema. 

La consapevolezza regala la scelta e la scelta permette di essere liberi di esserci oppure no....

La vostra affezionata dottoressa del cuore

Alla prossima!


























Nessun commento:

Posta un commento

ladottoressadelcuore