Tutto quello che c'è da sapere sugli uomini. I Parte





Siamo certe di sapere e conoscere quello che davvero gli uomini pensano, vogliono, desiderano e fanno realmente con le donne? In alcuni casi sì, perchè si palesano in modo vivave e pittoresco, ma ci sono tanti miti e credenze da sfatare sugli uomini e su ciò che davvero vogliono dalle donne, ma non riescono ancora a dirlo (manca poco). A mio avviso piano piano, si apriranno anche loro... Anzi lo stanno già facendo. Ascoltatemi se vi va, e ascoltate soprattutto loro... 

Sorrido perché donne e uomini mi fanno le stesse domande con le stesse problematiche. Qualcuno potrebbe dire: ma allora dove ci possiamo incontrare "noi" che siamo simili? Non è così facile la risposta. A mio avviso bisogna fare, uomini e donne una grande riflessione sul nostro ruolo OGGI, su cosa possiamo davvero fare per ritornare ad avere un rapporto autentico, appagante dove nessuno si lasci calpestare nella propri idendità. 

Entrambi i sessi, sono confusi, agitati, ansiosi. Non sanno più cosa devono fare e come comportarsi. Tutti gli input esterni certo non aiutano, ma bisogna fare un passo indietro. La donna sicuramente deve riappropriarsi della propria femminilità e dolcezza (cosa di cui si lamentano tantissimo gli uomini e che condivido perché oggi le donne sono molto più aggressive), mentre gli uomini devono riappropriarsi della propria mascolinità, del proprio essere UOMO e sapete cosa intendo a 360°, perchè ahimè, si stanno FEMMINILIZZANDO e VICEVERSA. La responsabilità come sempre è da entrambe le parti e dei cambiamenti socio-culturali in atto, dai messaggi che passano dai media e non solo.

Vediamo assieme i miti e le credenze da sfatare e cosa vogliono gli uomini sul serio:


L'uomo ha paura dei sentimenti o perlomeno spesso vive nella mente razionale, tenendo a bada la parte emotiva? Risponderei NI. Nel senso che ci sono degli uomini iperlogici e razionali che pensano in modo completamente "bianco e nero" e non ascoltano la parte emotiva che c'è, ma preferiscono non ascoltarla. Si innamorano piano piano e difficilmente, ma quando lo sono, raramente si DISINNAMORANO. Poi ci sono gli uomini Emotivi, che sono soprafatti solo dalle emozioni e pensano, agiscono sotto l'impulso emotivo, senza pensare minimamente alle conseguenze (personalmente temo più questi uomini). Sono uomini che non usano la parte razionale e sono dominati solo dagli istinti. Si innamorano facilmente, ma si DISINNAMORANO FACILMENTE. E poi ci sono gli uomini SAGGI (come le donne), che vivono nella mente saggia, che sarebbe l'equilibrio sano tra la parte emotiva e la parte razionale. Sono quelli ideali ovviamente perchè sono i più equilibrati. 

L'uomo, oggi, ha paura di amare? Mi verrebbe da dire di getto di sì, come alcune donne. E' una questione molto delicata perchè ci sono alla base, una concomitanza di fattori molto delicati e profondi. Ma parliamo degli uomini. Volete conquistare un uomo che ha paura di amare o comunque, di lasciarsi andare? Vi deluderò, ma non c'è una porzione magica e nessuno ha la bacchetta magica però, potete mettere in atto dei comportamenti per arrivare all'uomo che vi interessa. In altri casi invece, i motivi sono molto attuali perchè le motivazioni vanno di pari passo con i cambiamenti socio culturali e quindi, le paure sono:
la paura di perdere la propria libertà, di soffrire di nuovo, la paura di dover scendere a compromessi, di essere meno liberi e la paura di perdere la propria identità in una relazione.

Come fare quindi per poter arrivare a conquistarli? La premessa l'ho già fatta sopra. Se i motivi sono profondi e ci sono delle ferite, sarà molto più difficile, nel senso che l'uomo dovrà lavorarci sopra andando da un professionista, se invece le paure sono legate a motivi della nostra generazione vediamo come potete attrarli a voi. 

a) Scopri come prima cosa quali sono le sue vere motivazioni per cui quest’uomo ha così tanta paura di amare e lasciarsi andare. Per esempio, come dicevo prima, alla base ci potrebbe essere una storia con la propria ex non ancora completamente chiusa, anche solo mentalmente.
Oppure è un uomo che ha un vissuto e ricordi negativi dell’amore, per esempio non ha vissuto bene il matrimonio dei genitori. Magari erano persone che litigavano spesso, o che sono arrivate al divorzio, e hanno creato in lui repulsione per le relazioni serie. Perchè è importante conoscere i motivi per cui quest’uomo non si lascia andare all’amore?
Non certamente perchè poi devi fare la “psicologa della situazione”, ma più che altro per te. Per capire quanto ne vale la pena continuare ad andare avanti in questa storia.

b) Dagli tempo. Se al punto a) hai capito che non ci sono altre persone tra di voi, sarai te con il tuo carattere e il tuo carisma a farlo innamorare. Però, non devi pressarlo perchè il rischio è quello che lui scappi via. Per questo è importante dargli del tempo, continuando a fare le tue cose e coltivare i tuoi interessi. Non pretendere di spingere alla velocità che lui non riesce a camminare. Ricorda : andate sempre alla stessa velocità.

d) Cerca di essere sensibile ed empatica con quelle che sono le sue paure. Per te potrebbero essere paure infondate, irrazionali, banali. Per lui no! Ognuno dà un peso diverso al proprio vissuto, per questo devi dimostrare di rispettare le sue paure, senza banalizzarle aspettando che sia lui a sbloccarsi. cerca di ascoltarlo e chiedere delle sue sensazioni ed emozioni verso di te. Ogni sentimento è giusto, ma a volte sono le strade che percorre che sono sbagliate.

e) Parla anche te stessa delle tue emozioni e delle tue paure. Se anche tu senti di intimorirti davanti alle sue difficoltà nel lasciarsi andare, è opportuno che gliene parli. Vivendo l’esperienza delle emozioni che provate, insieme potrebbe aiutarvi a rafforzare il legame oltre che ad essere delle fondamenta per una storia basata sulla sincerità.

f) Cerca di mantenere sempre la tua personalità coerente. Molte volte, infatti, davanti ad un uomo indeciso e insicuro sul da farsi è importante non farsi prendere dal panico e dall’ansia e rimanere sempre se stessi. La tentazione di cercare di essere più carismatica, cercare di essere più dolce, cercare di essere più interessata, cercare di essere più….è tanta. Ce la stai mettendo tutta per essere il meglio per lui, ma non devi rinunciare a te stessa per gli altri.

Avere una relazione significa spesso venire a patto con i propri difetti. Stare con qualcuno significa specchiarsi nell’altro, lavorare su se stessi, cedere e accettare di mettersi continuamente in discussione. Nei primi mesi si può fingere di essere qualcosa che non si è ma dopo un po’ i propri spigoli vengono tutti a galla. Chi ha paura di avere una relazione sceglie semplicemente di non mostrarli più, di non doverli più mettere in discussione, di viverci bene da solo, di non dovere cambiare e di restare fermo, come un albero, che non cambia e non si sposta mai, come chi sceglie di non uscire più dalla propria città.


L'uomo vuole essere compreso e non frainteso, mentre le donne oltre a dire la stessa cosa affermano che  l'essere gentili, carine, simpatiche, fa sì che l'uomo si permetta di provarci con loro. Riguardo al primo punto (l'uomo oggi, vuole essere compreso e non frainteso), si potrebbe dire che questo è risultato di a) quando detto sopra nell'introduzione, nei ruoli che si sono "inquinati" e dai condizionamenti bombardanti che provengono dall'esterno. Molti uomini continuano a voler mostrare la loro "potente virilità" perché credono che questa sia l'unica strada per attrarre una donna. Per molte donne non lo è, ma per altre è ancora così, b) vi riporto una piccola indagine curiosa e molto interessante a riguardo e non solo questo punto.....Ho intervistato diversi uomini, ma ho riportato solamente le cose che mi sembravano più salienti.


Quali sono le donne più scomode, ma allo stesso tempo interessanti in amore  
 
Quelle che ti fanno correre, che si lasciano desiderare.

Spesso si dice che la donna intelligente risulti scomoda in amore, ma in realtà secondo me una donna così è quella che può dare più soddisfazione e gratificazione in un rapporto. Diciamo  che, per un uomo con poca autostima, una donna intelligente è sicuramente scomoda perché ha molte meno possibilità di fingere e alte probabilità di essere scoperto per quello che realmente è. In generale credo che non ci sia una donna scomoda in senso assoluto, credo invece che una persona  risulti  scomoda  all’altro sesso quando questo modo di sentire, intelligenza e facoltà di leggere e vedere il mondo, siano molto distanti, e questo sicuramente crea distanza.

Le donne che hanno bisogno  di provare/provarti qualche cosa, non c'è scampo da quel bisogno.


Come vi comportate quando le incontrate: scappate o tentate di gestirle?
Tento di gestirle, nel caso sia una donna che si fa desiderare. Perché se lo fa significa che si da valore e quindi, mi intriga molto.

Quando capisco che una donna rientra nella categoria delle “scomode” secondo il mio punto di vista, proseguo nella conversazione, ma sicuramente ci sarà il momento in cui la saluto gentilmente e riprendo la mia strada. Se sono single e anche la persona che mi sta davanti lo è, e se si percepisce  un’attrazione, una complicità, posso anche pensare di vedere se ci sono   margini per un contatto fisico, ma sempre nel rispetto della persona che mi sta davanti.
 
Oggi mi tengo alla larga, ma  da piccolo ho provato a gestirle, che perdita di tempo!!!


Cosa pensate delle donne single di oggi: categorie dal "guardarsi bene" o patrimonio dell’Unesco?   

Patrimonio dell’Unesco se sono single per scelta. Troppe donne si accontentano di poco, pur di non rimanere sole. Quelle che non lo fanno hanno carattere da vendere e per questo risultano ancora più intriganti.

Sono un patrimonio, a priori. Le donne intelligenti sono da conservare e santificare. Non esiste cosa più bella di una donna bella, intelligente. Se single dopo i 35 anni significa che ha dovuto affrontare tante difficoltà nella propria vita e maggior ragione sono un patrimonio. Quelle single che invece non fanno nulla per migliorare sé stesse e la loro condizione, fanno sorgere un’esclamazione spontanea: “Mah…”

Penso quello che penso degli uomini single, è solo una condizione temporanea, così come il non esserlo.


Qual è secondo voi l’errore più frequente che la donna di oggi commette all’interno di una relazione o nell'approccio?

Dare tutto per scontato per quanto attiene alla sfera sessuale. Questo però vale anche per l’uomo. Il problema è che quando ciò avviene, il rischio è che il rapporto di coppia ne risenta inevitabilmente. Il desiderio a mio parere deve essere sempre mantenuto come una fiamma accesa.
1) Pensare che l’uomo sia una fuck-machine. L’uomo non è un giocattolo a loro uso consumo disponibile 24h su
24.   
2) Pensare di stargli addosso mettendo pressione per i motivi più disparati tanto per il gusto di farlo (ce ne sono mol- te di donne cosi). 
3) Presentarsi in pigiama tutte le sere e pretendere che l’uomo gli salti addosso come la prima volta. 
4) Pretendere che l’uomo prenda sempre l’iniziativa. 
5) Pretendere qualcosa dall’uomo, sia dentro che fuori dal letto, come se fosse un atto dovuto solo perché sono nella condizione di essere coppia.

L'errore più grande è quello di cercare un equilibrio poggiandosi sul partner, si può stare con qualcuno solo se si è in grado di stare in piedi sulle proprie gambe.

L'errore più grande a mio avviso è che la donna oggi ha perso la sua dolcezza e femminilità. Talvolta basta poco. Un abbraccio al proprio uomo dicendo "vedrati tesoro, andrà tutto bene" e lì, ci sentiamo già compresi e al settimo cielo perché sentiamo la nostra donna vicina, la famosa componente intima, no sessuale.
 

Qual è l’approccio della donna che più vi seduce e vi fa innamorare?

Il gioco di sguardi, la femminilità che dà vita ad un percorso di autentica complicità. La dolcezza, il modo in cui una donna ci ascolta e desidera seriamente comprendere in nostri bisogni.

La donna piacevole, femminile, gentile, educata, sorridente. La donna interessata, ma che lascia spazio anche all’uomo di corteggiarla. La donna che si prende cura del proprio compagno, dalle carezze, le coccole (non sessuali), che prepara un buon piatto da mangiare da condividere, in altre parole, quella che accoglie l’uomo creando un focolare domestico.
 
Personalmente adoro le donne sicure di sé e con grande senso dello humour, aperte, curiose e sperimentatrici

La donna che ci comprende, che vuole davvero entrare in contatto con noi, e non che ci fraitende, come le donne non sono tutte uguali anche gli uomini non lo sono, ve lo assicuro. Abbiamo bisogno, oggi più che mai, di quella tenerezza e senso di accudimento "sano" che manca alle donne di oggi (in generale). Se sono carina e gentile con una donna non sinifichi che ci voglia andare a letto! 


Qual è il migliore consiglio da dare ad una donna single per viversi bene una relazione?  

Essere sé stessa, cercando di vivere al massimo e con serenità il rapporto di coppia giorno per giorno, senza pensare a “come andrà” o “cosa potrebbe succedere se” …

Vivere day by day, accettare il fatto che l’uomo può non essere sempre disponibile, essere gentili con lui, essere dolci lasciandogli spazi per muoversi, non soffocarlo dalle proprie insicurezze.  Più un uomo viene lasciato libero di muoversi, più verrà a cercarvi. Siate sempre carine, e prendetevi anche voi i vostri spazi, non pressatelo, e fategli capire che la vostra vita va avanti anche senza di voi, e  lui vorrà far parte della vostra vita sempre di più.

Nel momento in cui è in una relazione e perde il suo stato di single: non mi preoccuperei, mai!
 
Per quanto riguardo il fatto che le donne affermino che l'essere gentili, carine, educate, socievoli, comporti il fatto che l'uomo ci debba provare sempre.... Risponderei con un bel "dipende". Quel dipende è dato dal fatto che l'uomo si sa è un predatore, uno splendido predatore e facciamoglielo fare questo percorso di cacciatore. Ovviamente tutto sta nel modo in cui lo fa. Ma sicuramente, è un istinto naturale, primordiale per l'uomo, al di là che la donna sia gentile o meno. Siamo NOI DONNE che dobbiamo probabilmente RIEDUCARE gli uomini, diregendo la conversazione e la serata, l'incontro in generale, su altri temi, facendo capire loro che ne è comunque lusiganta, ma che preferisce aspettare e approfondire la conoscenza. L'uomo non è spesso in contatto con la sua parte emotiva, come si diceva sopra pertanto: il compito maggior spetta a noi donne, capire quando, come intervenire per raddrizzare il tiro, in modo che l'uomo che ci piace sia attratto da noi prima da altri aspetti. Una cosa però va detta, il primo contatto di seduzione avviene attraverso la pelle, gli odori ed è quindi normale che l'uomo provi un approccio più fisico. Educhiamo l'uomo ad essere più mentale.... Incuriosiamolo da altri punti di vista.  


Qual è il limite che un uomo non deve oltrepassare in amore per far funzionare una sana relazione?


Giocarsi la fiducia della propria compagna.

Perdere il rispetto della propria compagna, trattarla male, tradirla, soprattutto a livello morale. Questo sono convinto, sia il vero limite che non deve essere mai passato.

Mai rinunciare a se stesso, mai rinunciare a imparare dalla partner.


L'uomo ha paura di affrontare o stare con una donna bella e di carattere? Per gli uomini le donne molto belle sono soltanto delle icone, primo perché le considerano inarrivabili, seconda cosa tutti gli uomini lo sanno, sotto le lenzuola le donne molto belle raramente ci sanno fare. Questo tipo di donne pertanto, vanno bene soltanto per le loro fantasie erotiche, ma non nella realtà. Pertanto, escluderei la paura delle donne belle o molto belle in questo senso. Per gli uomini la bellezza di una donna consiste nella sua capacità di seduzione e nella sua libido. La bellezza è solo un problema femminile.

E cos'è la seduzione? La provocazione sessuale. Gli uomini non hanno asssolutamente paura di queste donne e trovano seduttiva la donna sessualmente provocante, ma con stile, mai volgare! Agli uomini interessa la loro capacità seduttiva e quindi la loro libido, la loro capacità di essere sensuali e disinibite, nella gestualità, nella movenza del corpo, nello sguardo. Una donna che trasmette tutto quanto è per qualsiasi uomo una DONNA BELLISSIMA. E non ha paura.

Il discorso del carattere, è molto ampio da affrontare. Bisognerebbe capire cosa intendono le donne per donne di carattere. Sicuramente all'uomo non piace oggi, la donna troppo emancipata, ma soprattutto che sbatte in faccia la sua indipendenza da tutti i punti di vista. Lo fa sentire "inutile" e gli crea ansia, ma non perché ha dei problemi, ma perché ritrovarsi di fronte ad un donna che gli dice con grinta (ed è così), io sono indipendente, so cosa voglio dalla vita, ho imparato a gestirmi da sola, so fare anche le cose da uomo, non ho bisogno di nulla... Beh oggettivamente è molto forte e deludente, perchè sminuisce l'uomo che ha bisogno (giustamente), di sentirsi utile, indispensabile. Siamo passati ovviamente da un estremo all'altro. Personalmente le donne, la maggior parte delle donne oggi, si pongono così e se fossi un uomo, mi allontanerei da questo tipo di donna....

L'uomo è fedele (parlo sepre in generale) affettivamente. Per l'uomo la sessualità è soltamento un atto manteriale.  Quindi sessualità non è uguale a sentimento.


Beh credo sia il caso fermarsi qua... Per la parte II ho già in mente altre credenze, miti da sfatare e verità sugli uomini che tutte le donne devono o dovrebbero conoscere. 

La vostra affezionata dottoressa del cuore!

Nessun commento:

Posta un commento

ladottoressadelcuore