Diario del Piacere Erotico. I Parte


Parlano gli esperti: la complicità sessuale è un ottimo collante per far sì che una relazione di coppia diventi realmente appagante e duratura. Si potrebbe dire che incida quasi per l’80%.


Quantità…?
Secondo uno studio dell'Università di Toronto, pubblicato sulla rivista Society for Personality and Social Psychology, la quantità "perfetta" di relazioni sessuali per una coppia corrisponde a un rapporto a settimana. Tuttavia, secondo gli autori dello studio, al di sopra di questo numero di rapporti settimanali, il benessere della coppia si stabilizza e non cresce ulteriormente.
Il legame tra vita sessuale attiva e soddisfacente e il benessere individuale è stato riscontrato in diversi studi; ad esempio, in un campione americano rappresentativo, si è visto che la frequenza sessuale è associata a una maggiore felicità generale (Blanchflower & Oswald, 2004).

La cosa interessante è che le manifestazioni di affetto, così importanti nel rapporto di coppia, possono essere incentivate da rapporti sessuali frequenti, che regalano alla coppia benefici relazionali di lungo termine. Infatti, recenti studi (Debrot et al. 2017) su coppie residenti negli Stati Uniti e in Svizzera sono giunti congiuntamente a questa conclusione: “Il sesso fa sentire bene, non solo perché vengono rilasciati più ormoni o endorfine, ma anche perché si avverte di più l’affetto del proprio partner “. In altre parole, il senso di benessere e la sensazione di essere uniti, si estendono ben oltre la camera da letto.

I ricercatori tendono a sottolineare che le persone che sono motivate ​​a soddisfare e a rendere felice il/la partner, sono più soddisfatte e hanno anche un partner più soddisfatto, sia a livello sessuale che relazionale. Sembra inoltre provato che le persone che condividono attività positive ed emozionanti nella loro vita quotidiana abbiano una vita sessuale più intensa. (E anche questo può essere un suggerimento per chi sta riscontrando un drammatico calo dei rapporti sessuali) In conclusione, costruire una relazione forte richiede tempo, così come anche il sesso richiede tempo. Ecco perché è sbagliato permettere che la routine possa divorare il proprio rapporto, relegando il sesso a qualcosa di veramente “occasionale” nella coppia: ne soffre anche la relazione.


(Tratto da Clinica della Coppia: Il sesso e la Relazione di Coppia)

MA… Occorre distinguere tra sesso e sessualità. Dunque, parliamo di qualità!
Se una complicità sessuale è dunque fondamentale per avere delle relazioni affettive, d’amore appaganti durature, una sessualità vissuta con la voglia di scoprire e scoprirsi, con curiosità e quel pizzico di componente ludica, giocosa, diventa l’Apoteosi della Felicità Relazionale. 


Molte coppie, infatti, fanno sesso senza riuscire ad esprimere una sessualità piacevole. Quest’ultima è fatta di ingredienti che vanno ben oltre il coito, rispettando tutti i suoi momenti preparatori: di gioco, di comunicazione, di intimità. Tra queste coppie vi sono quelle nelle quali il sesso ha la funzione di sanatoria di litigi aspri e delle conseguenti tensioni. Vi sono anche quelle nelle quali uno dei due partner gli attribuisce la funzione di essere una prova dell’amore dell’altro nei suoi confronti.  
Insomma, malgrado il sesso sia necessario alla vita di coppia, non è sufficiente. Occorre che gli sia dato il dovuto spazio, la dovuta attenzione, la dovuta cura, perché sia funzionale al piacere e alla felicità della coppia. Di fatto la sessualità si prepara fuori dal letto, negli atteggiamenti della vita quotidiana. È molto difficile che essa sia un vero terreno di incontro quando lo scontro, l’ostilità, la lotta per il potere o per affermare il proprio ruolo sono nel repertorio consueto dei partner.


Niente tabù quindi, niente non mi dispiace “ma questo non si fa” ovviamente, sempre nel rispetto dell’altro. Se avrete un buon amante (il vostro compagno o non), che vi saprà condurre bene nei meandri di una sana e succosa sessualità, la vista vita coppia e personale, ne risentirà anche a livello emotivo e affettivo. Vi sembrerà di volare!

E QUINDI?
Ecco il mio Diario del Piacere Erotico I parte (prima parte 15 punti)! Questa è la risposta, oltre quelle che avete già sentito sopra, per arrivare ad avere un corollario di emozioni che vi faranno dormire dopo, su un cuscino di stelle. 
Parola d’ordine... Due: 1) Osare e Sperimentare, 2) No alla rincorsa dell’orgasmo.
E ricordatevi, magari sono tutte cose che sapete, ma sono i dettagli anche piccolissimi a fare la differenza!
 

  

Un solo indumento, ma che non sia quello per andare a letto. Il bello non è sfilarlo, ma fare l'amore tenendolo addosso. Durante la fase dei preliminari o se volete prolungare il piacere e mantenere l’eccitazione di Lui, la donna non dovrebbe rimanere mai completamente nuda, ma con un indumento: un paio di scarpe (ovviamente con stile, un decolté o simile), le autoreggenti o una cravatta da donna (o del suo uomo), che coprirà i suoi seni. Prima lo stuzzicherà un po' e con la stessa, lui e lei potranno usarla per fare alcuni giochi. Abbiamo 5 sensi. Usiamoli. Provate a bendare il vostro uomo con la cravatta e stimolatelo senza mai appagarlo fino in fondo. Dopo una po' se la strapperà di dosso perché vorrà vedervi e giocare ad occhi aperti. 

Lasciate gli slip ogni tanto nel cassetto della biancheria intima. Non credo che nessuna di voi, non ci abbia mai provato o avrebbe voglia di provare. Bene! Adesso è il momento. Uscite fuori con il vostro Lui e nel bel mezzo della cena o di un aperitivo, in modo che non vi veda nessuno, portate la sua mano fra le vostre gambe, facendoli intuire la sorpresa che “c’è… Ma non c’è”. Lui impazzirà, ma non andategli dietro sé lui vi dice “andiamo subito a casa”. No! Voi siete “donne” e con una forte libido pertanto, lo farete aspettare e vi sazierete a vicenda alla fine della serata a casa…. Oppure chissà prima di rientrare, potreste trovare un posto dove far esplodere il vostro desiderio.
En plein air … Come dicono i francesi…Con il rischio di venire scoperti o il remoto pensiero che qualcuno possa osservarvi, la libido decolla. Unico consiglio: che sia la vostra auto o la panchina isolata di un parco, ovunque vi colga la tempesta ormonale, il detergente antimicrobico è un must.


Un’altra cosa simile alla precedente, è quella di mostrare non in modo palese, le vostre calze che avete sotto la gonna. Siete a cena, seduti, accavallate le gambe. Siete uno di fronte l’altro. La vostra gonna ha un leggero ed elegante spacco. Mentre lo fate, chiedete al vostro lui, facendolo avanzare con il corpo verso di voi, se le vostre calze hanno una tinta che a lui piace. Ovviamente il vostro interesse è quello di mostrargli la fascettina di pizzo o non dell’autoreggente, non il colore. Fategliela intravedere mi raccomando. E se qualcun altro vedrà, l’eccitazione di lui salirà (e anche la vostra se saprete lasciarvi andare), a dismisura e magari vi farete anche una risata, ma da amanti molto complici, non da amici seduti al bar. 

Un modo per scoprirsi e se vogliamo, abbattere i tabù che qualche donna ha, nel farsi vedere completamente nuda, è quello di mettersi assieme al partner davanti ad uno specchio. Meglio sarebbe che sia la donna ad avanzare e iniziare; fate finta di aggiustarvi i capelli davanti allo specchio, toccarvi le labbra, accompagnate il tutto sempre da un gesto femminile e guardate il vostro lui ogni tanto che si avvicinerà altrettanto nudo per capire quale messaggio gli state mandando. Vedrete che si metterà non accanto a voi, ma quasi dietro (in modo sfalsato). I vostri occhi si incroceranno, ma mai del tutto.  Iniziate (donne) la vostra danza assieme a lui. Iniziate a toccarvi in modo sensuale le vostre parti del corpo da sole… Il seno, guardatevelo come se fosse l’opera d’arte più bella del mondo. Mirate e rimirate, il tutto in silenzio. Sentitevi irresistibili. Lui osserverà in un crescendo di eros e desiderio incredibile. E non vorrà che smettiate. Chiedete poi al vostro lui, di toccarvi delicatamente in una zona del corpo, quella che preferisce o che preferite. I glutei ad esempio, o l’interno coscia. Mi raccomando però, non andate ancora nella zona dei genitali. Questo è un percorso erotico pazzesco, e lo state facendo assieme. Potete inoltre toccarvi a vicenda e baciarvi ogni tanto e poi riprendere a sfiorarvi, scoprendo varie parti del corpo e quali sono le più sensibili. L’angolo tra il collo e la spalla è di un erotismo unico. Vedrete che vi sentirete molto più belle e desiderabili di quando avete iniziato perché all’uomo piace la donna che emana libido, non la donna bella!


Non dovete mai essere sprovviste di olio per massaggiare… Meglio se alle mandorle dolci. Chiedete al vostro uomo di porsi sul letto, a pancia in giù. Gli direte che farete lui un massaggio con dell’olio. Spalmate l’olio non sulle vostre mani, ma sui vostri capezzoli e percorrete con essi, tutta la sua schiena dolcemente, per poi scendere alle natiche. Lui all’inizio non capirà, ma poi dopo quando se ne renderà conto potrà dire e pensare“questa è l’estasi pura”. Un massaggio così da voi, non se lo sarebbe mai aspettato o forse sì, comunque in generale massaggiare il corpo dell’uomo con una parte del corpo, che siano i seni, i genitali, le labbra, sarà un’esperienza piena di eros e libido. 

Liscio come l'olio.  Sempre a proposito di olio o di un qualcosa che lubrifichi (con olio Johnson non si sbaglia mai, quello per i bambini). Il lubrificante non serve solo durante i massaggi, ma per rendere più delicato il vostro toccarvi; soprattutto quello dell’uomo che solitamente è molto diretto e materiale. Mi raccomando, e vale anche per il punto sopra, basta veramente una piccola quantità.  Ne prendete un pochino tutti e due. Sdraiati o in ginocchio sul letto mentre vi guardate, insieme inizierete davvero a scoprire la mappa golosa del vostro corpo senza dire una parola, parleranno i vostri sensi. Prima vi farete delle carezze e poi mordicchierete o passerete la lingua su quella determinata zona del corpo. Non trascurate niente, neppure i glutei del vostro lui. A quasi tutti gli uomini, piace farsi massaggiare, toccare, e non solo con la mano, il fondoschiena. Approfondite lentamente e vedrete quanto li piacerà. Lui farà sicuramente la stessa cosa, nel momento che avrete aperto voi le danze. Provate prima di dire di no. Un piccolo antipasto. È più l’idea, che la paura o il dire “non mi piace”.  Un'altra cosa che piace tantissimo all’uomo è, sperando che abbia cura di sé, prendere con le vostre labbra e guardandolo negli occhi, il suo alluce del piede, sempre con dell’olio ovviamente (poco). Lui immaginerà tutt’altro…. E anche voi.


Da precisare: Sempre piano piano…A volte, è la lentezza a far guadagnare punti a un amplesso. Basta fare "il solito", ma a una velocità 3 volte inferiore. Entrambi i partner avranno più̀ tempo per creare un legame energetico e affettivo, oltre che fisico, e anche l'orgasmo diventerà̀ più̀ intenso e profondo.


Insieme è meglio. Sapete tutte che ogni uomo, almeno una volta nella vita (e forse più di una), guarda delle scene hard sul pc o sul cellulare. In effetti questo fenomeno sta crescendo anche nelle donne. Mi chiedo allora, perché non farlo assieme? È qualcosa di estremamente eccitante ve lo assicuro. L’uomo ama la donna complice. Se trova una donna che appagata totalmente la sua libido, raramente la tradirà. E anche voi in fin dei conti. Non dico che deve essere una regola, come tutte le cose “la giusta via di mezzo”. Da provare ogni tanto, non solo per riaccendere la libido, ma per rendere la sessualità molto più stimolante. Scegliete assieme, e anche queste di per sé è già molto erotico, una scena da guardare, divertitevi, sfogliate, ridete e poi, una volta che avete trovato quella che vi eccita di più, guardatela assieme. Se poi la donna inizia a toccarsi da sola, mentre osserva, l’uomo andrà in estasi. Non saprà più se guardare lo schermo o voi. All’inizio farà un po’ e po', ma poi spengerà tutto. Prima che questo accada però vi vorrei suggerire di fare qualche domanda al vostro Lui del tipo, mentre vi state toccando, “cosa ti piace… dimmelo…”, “Ti piace Lei, dimmi cosa ti piace di Lei” (la protagonista della scena ovviamente). Questo esalta ancor di più l’eros e la libido dimostrando al proprio partner che siete completamente assorbite e immerse dalla situazione, senza nessun tipo di gelosia e contestazione, tanto meno competizione.
 
Anche se è il vostro Lui il cuoco provetto (oppure il contrario), provate a cucinare assieme. Questo lo sapete tutti, ma sono i dettagli da fare la differenza ricordatevelo. Mentre preparate la cena, stuzzicate il vostro lui, dandogli dei baci sul collo. Poi sfiorategli i glutei, riprendete a cucinare come se nulla fosse. Lui dirà o penserà “tutto qua?”. Arriverà quindi, anche lui ad assaporarvi un po'.  Fate tutto a piccoli dosi e “cuocetevi a fuoco lento”. Dopo un po', prima che i preparativi siano finiti, date prova della vostra libido, un antipasto però… Davanti a lui, inginocchiatevi (per l’uomo non c’è atto più erotico), e iniziate lentamente a fargli del sesso orale, ma giusto un po'. Lui si aspetterà che continuate mentre voi direte stupendolo “dai andiamo a mangiare che la cena si raffredda”.  Non c’è cosa che possa far impazzire di più un uomo, un vero uomo, anche se sul momento può rimanere interdetto. Stuzzicare, ma non soddisfare la curiosità e il desiderio appieno.  Non saziatelo subito. Dovrà cenare, anzi dovrete cenare, con la fame nella pancia e voglia nel corpo. Questo è già piacere!
 
Non chiamatelo banalmente Sexting! Una delle meraviglie della chat è quella di poter fare sesso (virtuale), o provocarsi a vicenda, proprio con il vostro Lui. Tecnicamente bisogna fare da sé, ma purché si riesca a tenere una mano sulla tastiera, eccitarsi per iscritto scatena il gusto del proibito. Di solito si parte con un «Dimmi cosa hai addosso...». Non è una banalità, come potrebbe sembrare. La complicità sessuale ed erotica si condisce anche di quotidiani gesti ludici, giocosi, provocatori e maliziosi. Non dico di dirsi o fare chissà che cosa (se non volete fare come nelle righe scritte sopra), ma cercate di mandarvi dei messaggi molto intriganti, che facciano salire la libido ad entrambi, tanto da voler arrivare a sera per vedersi. E magari all’ultimo messaggio di lui decisamente provocatorio, non rispondete. Laciatelo in sospeso! Lui rimarrà seduto su un letto di spine, ma avrete come risultato, non solo una libido alle stelle, ma avrete nutrito la vostra e la sua parte emotiva, con fortissime emozioni. Anche questo è già piacere. La sera, potrete riparlarne dicendo magari “allora cosa mi avevi detto per messaggio…”, e voi risponderete con mezze parole, mentre vi toccate e vi stuzzicate. Adesso potete comunicare a voce, con molte allusioni e senza completare la frase, tutta quella eccitazione che vi siete portati addosso durante la giornata. 


Il gioco della biancheria intima. State facendo una passeggiata nel centro città. Potete provare questo gioco molto intrigante. Entrate in un negozio di biancheria intima insieme e dite lui nell’orecchio “mi piacerebbe tanto che tu scegliessi un capo per me. Poi lo indosserò per te in camerino e vediamo se abbiamo gli stessi gusti.”  Lui dopo aver scelto un capo di biancheria intima per voi, a prescindere che vi piaccia oppure no (così scoprirete anche i gusti reciproci in fatto di intimo), andrete in camerino a provarlo. Sicuramente ci sarà la commessa che vi chiederà se avete bisogno, o come vi sta… Voi le direte “si tutto bene grazie, ma vorrei il parere del mio uomo”.  Lui arriverà (lo potrete chiamare anche voi se è nelle vicinanze, senza urlare ovviamente), lo farete appena, e dico appena entrare in camerino, e gli mostrerete il reggiseno o lo slip da voi indossato. Magari quando gli mostrate il pezzo di sopra, abbassate solo per poco, il balconcino o la coppa, facendoli INTRAVEDERE il vostro seno. Lui chiuderà gli occhi immaginandosi l’inimmaginabile. È un gioco molto semplice e fattibile. Sono piccoli atteggiamenti, comportamenti, giochi, semplici, ma con una carica erotica fortissima. Ricordate che siete complici!
 

Non proibitevi il gusto della “toccata e fuga” o del “mordi e fuggi”. In un camerino, nella toilette del ristorante, nel bagno di un treno, ovunque voi siate, ovunque vi prenda lo slancio erotico e passionale, non sottovalutate mai il gusto di una fugace sessualità ben fatta. Talvolta i preliminari non servono o meglio, i preliminari saranno quelli che creerete prima di andare ad appartarvi. Parole dette e non dette, sguardi, sfioramenti di mani, di gambe ecc. È divertente provare il brivido della sveltina. Che tra l'altro aiuta a restare fedeli: il Journal of Sex Research sostiene che il 67% delle persone tradisce solo per il gusto del proibito. Se inserirete questo aspetto “trasgressivo” nella vostra vita di coppia o nella vostra relazione, la sessualità sarà decisamente molto più appagante e felice. E sfatiamo il mito che gli uomini hanno più bisogno delle donne. No, le donne probabilmente, reprimono di più o come dire, sono molto più “conservatrici”, ma hanno lo stesso bisogno che poi è collegato ad un bisogno emotivo e mentale. 


Toccarsi insieme. Il 72,6% degli uomini si eccita vedendo una donna masturbarsi. Perché́ allora non osare invece farlo assieme? Per lui sarà̀ anche un'utile lezione su come e dove toccarvi, che gli servirà̀ per le prossime volte. Le timide possono limitarsi a manipolare il seno, pratica comunque molto apprezzata per il 35% dei maschi. Ovunque vi troviate, non importa il letto, iniziate a masturbarvi assieme, guardandovi spesso negli occhi e poi richiudeteli, quando sentite il piacere dell’altro o il vostro. Il fatto è proprio questo. Il piacere, la libido aumenta nel momento in cui l’altro vede il partner godere e viceversa. Questo per far capire anche che il piacere non è dato soltanto dalla e con la penetrazione. Ci sono tantissimi modi per vivere una sessualità decisamente felice e appagante. 

Prima LEI… Sempre. Gli uomini che sanno davvero come dare piacere e riceverlo, mettono al primo posto il piacere della propria partner. Anche perché questo, li fa eccitare tantissimo. Non serve forse spiegarlo a questi uomini, ma ribadirlo o dirlo a chi non lo sa, è sempre meglio. Il sesso orale, per entrambe i partner non è un dovere MA UN PIACERE. E la fame vien mangiando. Pertanto, se abituiamo il nostro corpo e quello del nostro partner ad un certo tipo di pratica fatta ad arte, non se ne potrà più fare a meno. L’uomo tra le braccia di lei, quelle ovviamente più basse, apre delicatamente con due dita formando una V le sue labbra, iniziando in modo molto delicato (niente morsi), a passarci la sua lingua in modo circolare e poi verticale. Ovviamente poi ognuno trova il suo “modo”, qui parlo sempre in generale, secondo studi e ricerche. Si deve sempre dare dei piccoli assaggi e colpetti, mai avventarsi. E la cosa più importante… Dilungatevi fino a che la donna non proverà l’orgasmo. Per farle provare un doppio orgasmo, provate a sensibilizzare un’altra parte del corpo per Lei molto erogena, per poi ritornare a farle del sesso orale. Se stimolata adeguatamente, la donna riuscirà a provare un doppio, anche un triplice orgasmo. Uomini …. Siate generosi! Prima le signore…
 


Uno dietro l’altro, abbracciati, sdraiati sul divano, per terra o sul letto, l’importante è stare a stretto contatto con la pelle e il corpo dell’altro. Oltre ad essere inizialmente molto comodo e rilassante, questo permette di ascoltare e sentire le sensazioni di benessere che dalla testa, arrivano ai piedi e viceversa.  E non c'è organo più̀ recettivo dell'epidermide per mandare al nostro cervello il messaggio che sì, ci stiamo proprio divertendo. Strofinate in modo leggero i vostri corpi che sono diventati uno solo. Il respiro di chi sta dietro deve farsi sentire nell’orecchio di chi sta davanti e viceversa. Il tepore del suo alito…Non cercate subito di arrivare a completare l’opera, arrivando all’orgasmo. Il senso è quello di darvi piacere, l’un l’altro solo attraverso le carezze del vostro corpo, se volete accompagnato dalle vostre mani. Ma devono essere carezze sfiorate… Lui vi tiene stretta da dietro e in maniera soft, vi farà sentire il calore del suo genitale. Ma solo il cappello! E’ buona educazione levarselo sempre. L’uomo dovrà fare un’altalena con il suo genitale e sfregarlo su e giù sulle natiche e/o nell’interno coscia di Lei. Si assaporerà così il gusto del piacere, e la fantasia si scatenerà. La libido crescerà in maniera vertiginosa, ma la cosa più bella sarà la scoperta lenta dei vostri corpi tiepidi o freddi che iniziano poi a riscaldarsi. Non dovete dire chissà che cosa, ma non frenate i vostri gemiti di piacere. Saranno di ulteriore stimolo per il partner. Poi scambiatevi e la donna andrà dietro l’uomo, sempre uniti, molto stretti. Lei farà sentire, sfiorandosi prima con le mani, il calore della sua parte genitale che struscerà anche lei con movimenti ondulatori o verticali, sul corpo di lui; le natiche, la schiena. Toccarsi mentre lo si fa, in modo sempre delicato, è molto importante. Per toccarsi intendo sempre, sfiorare la parte davanti del partner. In questo caso Lei sfiorerà il suo petto, i suoi capezzoli, li bagnerà con la sua saliva e con la stessa appoggerà delicatamente la sua mano o il suo dito sul genitale di lui, ma deve essere un qualcosa di appena accennato. E viceversa lui, accarezzerà il suo seno, i suoi capezzoli, bagnati di saliva o del suo sesso. Parola d’0rdine: annusate i vostri odori e percepite il piacere lento dei vostri corpi che sono stretti l’uno all’altra. 


Il gioco dell’avanbraccio. Sappiamo benissimo o almeno lo abbiamo capito, che la sessualità passa attraverso non solo la fantasia, la stimolazione della mente, ma attraverso i 5 sensi, attraverso le sensazioni corporee. Bene, detto questo fate questo gioco, tra l’altro molto piacevole e rilassante. Meglio farlo da sdraiati. Allungate un braccio e porgetelo verso l’alto. Chiedete al vostro uomo o alla vostra donna, potete farlo a turno oppure no, di passare la punta della sua lingua, dal vostro polso in su con movimenti come piace a lui/lei. L’importante è che vada pianissimo e che stiate ad occhi chiusi. Lo scopo è quello ovviamente di stimolare piacere e aumentare la libido, ma quello ufficiale è quello di dire stop, e indovinare quando si arriva alla parte finale dell’avanbraccio ovvero, al gomito dove c’è quella sottile linea di demarcazione.  Forse vi verrà da sorridere, forse vi ecciterete, ma sicuramente vi divertirete e la sessualità è pura scoperta e divertimento.
 

  Mi auguro di non aver scandilizzato nessun e di non aver annoiato nessuno. Ho scoperto che ci sono molte persone che sanno fare della buona sessualità. Bisogno essere molto complici e privi di tabù. 
Devo dire la verità.... Mi sono dovuta un po' trattenere con il linguaggio per non andare troppo oltre. Ma questa è solo la prima parte. I primi 15 punti del vostro DIARIO DEL PIACERE EROTICO!

La vostra affezionata dottoressa del cuore....

Fatemi sapere nei commenti, sono accolti suggerimenti, critiche e/o consigli.... Grazie!
 

 

Nessun commento:

Posta un commento

ladottoressadelcuore