Tornare ad amare: consigli pratici



Molte persone, molti pazienti mi chiedono “riuscirò ad amare ancora?”, “ritroverò un grande amore?”. A queste domande rispondo sempre che l’amore chiama amore. Arriva quando trova il suo spazio, anche energetico, accanto a voi che deve essere “libero”. Se avete ancora in testa, il vostro ex, e sentite la sua presenza anche fisica, probabilmente non siete ancora pronte.

Meno male, dico io, perché la fine di una storia importante comporta un vero e proprio lutto e pertanto, ci sono delle fasi da passare. Chi si butta subito a capofitto in un’altra storia, corre rischio di confondersi ancora più le idee. Non si può riempire uno spazio ancora occupato. L’affollamento crea stress e maggiore frustrazione

Perché?

All’inizio si fanno sempre dei paragoni con la storia passata o l’ex pertanto, troverete il nuovo compagno, non all’altezza delle vostre aspettative. 
Chiedetevi quindi, se la ragione per la quale volete subito ricominciare una storia, non sia dovuta, non solo al fatto che non riuscite a sopportare quel vuoto che sentite, ma al fatto che volete trovare una conferma, anche a livello inconsapevole, che nessun altro, sarà all’altezza del vostro grande amore.

Non sabotate il vostro desiderio sano di amare, ponendolo subito a confronto con un’altra storia. E’ fallimentare per ricreare autostima e fiducia. 

Può capitare spesso che l’altro, il nuovo amore, diventi un “capo espiatorio”, per la vostra perdita. Se la fine del vostro grande amore, lo vivete come una fallimento, e non come una storia stupenda che come tante può finire, nel nuovo rapporto,vomiterete tutte le vostre emozioni, che vi provocano più ansia e malessere, sul nuovo partner. E in qualche modo, farete pagare, a livello emotivo, lo scotto della vostra sofferenza al “nuovo” che arriva.


Prima di tutto bisogna cambiare modalità di pensiero su come interpretate la fine della vostra storia d’amore. 

Di seguito, vi ho riportato 8 spiegazioni/motivazioni del perchè è così dannoso, e non realistico, il pensare che il vostro amore sia stato un fallimento e che non ritroverete il grande amore.  Il tutto accompagnato da esercizi pratici.

Se continuate a pensare che è un fallimento, questo comporterà ad una più difficile elaborazione del lutto pertanto, un tempo di sofferenza prolungato nel tempo.

Esercizio pratico: Chiedetevi sempre "questo pensiero mi aiuta nell’affrontare il dolore, oppure lo amplifica?" Lo sapete che razionalmente la risposta è no, ma provate, ogni volta che ritorna il dolore, a porvi questa domanda. Vi farà subito rilassare!

Pensare che la fine della vostra storia d’amore è un fallimento, comporta in automatico, a darsi delle responsabilità maggiori di quelle che in realtà avete. Siamo sempre in due, e la responsabilità è di entrambe.

Pensare alla fine del vostro grande amore come ad un fallimento, comporta un abbassamento di autostima e di fiducia in se stessi pertanto, vi sarà più difficile pensare di essere in grado di ritrovare l’amore o essere capaci di amare.   

Il pensiero, anzi i pensieri, sono in realtà “sono un fallimento, non sono capace di…, dovevo fare di più, ho sbagliato tutto, non riesco a tenermi un uomo ecc…”


Esercizio pratico:
Prendete tutti questi pensieri o comunque i pensieri catasfrofici, negativi, generalizzanti, e analizzateli uno per uno. 
Fate un esercizio scritto, ripensando alle storie passate. Scrivete nome e cognome di tutti i vostri ex fidanzati . Sulla base di ogni storia con queste persone, verificate la veridicità di questi pensieri. Dovete metterli alla prova, in discussione, con fatti concreti che possono validarli e legittimare i vostri pensieri, più o meno. 
Vi accorgerete che questi pensieri, nella maggior parte dei casi, non hanno nessuna base empirica, ma sono il frutto della vostra mente che tende a generalizzare e a catastrofizzare la fine del vostro grande amore.

Facciamo un esempio: "dovevo fare o dare di più....". Ripensando alla storia con X, vi viene in mente che è finita perchè lui, in realtà, non vi piaceva, o perchè semplicemente vi siete disinnamorate o perchè lui, ad un certo punto, non era più in grado di darvi ciò di cui avevate bisogno. Pertanto alla domanda "dovevo dare di più", cosa rispondereste adesso?

Facciamo un altro esempio: "n0n sono amabile...". Ritornando alla vostra lista di nomi dei vostri ex, pensate a ciascuno di loro e scrivete accanto se vi hanno amato oppure no; se non siete in grado di rispondere, aiutatevi con delle situzioni in cui loro vi hanno dimostrato nel concreto, il loro amore.  Troverete sicuramente risposte diverse all'affermazione "non sono amabile" .

Pensare alla fine del vostro grande amore come ad un fallimento, vi rende più diffidenti e insicure nei confronti dell'amore o delle relazioni. Ecco perchè, tante di voi, affermano quanto segue "non ci sarà più un amore come questo, non credo più nell'amore". 

Il pensare alla fine del vostro grande amore, vi porta a IDEALIZZARE la persona e la relazione, come unica e irripetibile. Può darsi che quella persona fosse perfetta per voi, e che c'era tanta complicità. Se e' finita però, è davvero stato un grande amore? Pertanto bisognerebbe sostituire la parola GRANDE amore, con un VERO amore, autentico, di valore, di grande gratificazione e appagamento personale. Se continuate ad utilizzare la parola GRANDE, è inevitabile, che le storie future non saranno mai abbastanza GRANDI... Il vero amore o l'amore vero esiste, ma questo significa  anche che può finire e non per questo, non è stato VERO.

Se sostituiamo il tipo di linguaggio che usiamo, saremo portati a ridimensionare la difficoltà reale del ritornare ad amare, o dell'impossibilità del riprovare a dare fiducia all'altro. Il grande amore è insostituibile, il vero amore è ripetibile!

Pensare che il vostro grande amore è stato un fallimento, vi farà diminuire drasticamente la capacità di ritrovare una persona degna del vostro amore.

Esercizio pratico. Nel momento in cui pensate che un grande amore non tornerà più, e che la vostra storia è stata l'ennesimo fallimento, provate ad anticipare le conseguenze di questo fatto. Prendete un foglio e scrivete, anticipando con la vostra fantasia, tutto quello che potrebbe succedervi, se il grande amore non tornasse. Questo esercizio serve per fare ordine mentale nel vostro caos interiore, e per comprendere come, in realtà non succederebbe niente di drammatico (sempre che non siate delle dipendenti affettive o se continuate a pensare al GRANDE Amore e non al VERO AMORE)

Esercizio pratico. Quando pensate che il grande amore non tornerà più, e che questo è stato l'ennesimo fallimento, ripensate alle vostre storie precedenti e quante di queste sono state in realtà un fallimento. Se non riuscite a dare della motivazioni, aiutatevi scrivendo le ragione reali, e non le vostre interpretazioni, del perchè la vostra relazione passata è terminata. Sicuramente, non ci saranno tutti questi "ennesimi fallimenti".

Esercizio pratico: Quando pensate che il grande amore non tornerà più, prendete un foglio e scrivete i pro e i contro (effettivi), della vostra storia d'amore. Vantaggi e svantaggi della relazione d'amore appena terminata. Ci saranno dei pro e teneteveli stretti al cuore, ringraziando sempre l'amore che c'e' stato, ma ci saranno altrettanti e forse di più, CONTRO. Soffermatevi su questi ogni volta che vi prende una stretta al cuore!

Il pensare che il vostro grande amore non tornerà più e che è stato un fallimento, vi protegge dalla paura che avete, in alcuni casi ovviamente, nel rimettervi in gioco nel legarvi ad un'altra persona. Questo pensiero quindi, è funzionale alla paura dei legami!

Il pensare che il vostro grande amore è stato un fallimento, farà sì che in pochi (e non buoni), si avvicineranno a voi, con l'intenzione di costruire qualcosa di autentico, oppure troverete solo fedeli compagni di vita, non amori veri o veri amori!

Vi lascio intanto a riflettere su questa priman parte, dove mi sono concentrata più che altro, sul pensiero da evitare in merito al grande amore che finisce... E in merito alla parola GRANDE (amore). Cercate di fare questi esercizi il più possibile, se potete.

Nella seconda parte che scriverò, vi spiegherò che tornare ad amare è possibile, e sul come fare: gli atteggiamenti mentali e comportamenti da assumere. Che cosa vi predispone a ritrovare un amore autentico e che benifici comporta il pensare che possa riaccadere. 

Quest'ultima riflessione, cara amiche e donne, è molto importante...

La vosra affezionata dottoressa del cuore

Nessun commento:

Posta un commento

ladottoressadelcuore