Gli ex amori. Come gestirli?


Gli ex amori sono una categoria in via di crescita, che non va protetta. Anzi direi che bisogna protteggersi da alcuni di loro, nella misura in cui tornano per tutti i motivi che non riguardano l'amore!


Uno squillo angosciante nel cuore della notte a cui segue sms: «Scusa mi e’ partita la chiamata». Diplomatici whatsapp a giorni alterni dove ti chiede: 1) al lunedì “come stai?”. 2) al martedì: «E il lavoro come va». 3) Mercoledì parlate della mamma, 3) giovedì gli dici che il pesce è morto e il sabato te lo trovi a correre nel parco sotto casa tua, con l'aria di chi cade dalle nuvole: «Non ci credo: era nell'aria che ci saremmo rivisti!». Sarebbe il momento di ideale per fare un allungo di fine allenamento e scappare più lontano che puoi. Ma se già sai che ti fermerai a parlare con lui, cerca di individuare a che categoria di ex amori appartiene. E scopri come gestirlo. Per non farti più male.

Scorriamo assieme quali sono gli ex amori più frequenti, passatemi questo termine!

Il maschio-padrone
Torna perché vuole il controllo sui vecchi amori. Deve mettersi costantemente alla prova, vuole sentirsi ancora amato e non contempla che tu ti possa essere dimenticata di lui. Il maschio padrone è un bambino non cresciuto. Torna spesso in con apparente sicurezza. Ti fa credere di non averti dimenticato perche’ li ha fatti sentire come nessun’altra. E se gli ricordi che ti ha piantata in asso sull'altare dicendo che aveva trovato il vero amore della sua vita, può arrivare a inginocchiarsi davanti a te, facendo un teatrino molto convincente e commovente, supplicando il fatidico “Perdonami, ho capito solo ora che sei te la donna che voglio accanto”.

L’errore da non fare
Credergli. Lui sa qual è il tuo punto debole: come tutti, hai bisogno di essere amata. Diventerà  il miglior confidente e potresti rischiare di cadere nella sua ragnatela nel momento in cui lo baci, dopo che lui ha fatto accomodare la tua testa sulla sua spalla dicendoti: “Io ci sono per te”. Peccato che non ti dica dove trovarlo.

Come gestirlo
Goditi il ritorno di fiamma soltanto nel tepore di un letto. Consuma un’autentica intimità invece di quintali di kleenex. Prendilo come “amico speciale”, nel momento del bisogno. Lo fara’ sentire importante e te, avrai un uomo che sapra’ ascoltarti, nell’illusione di poter avere molto altro da te. Gioca su questo sano equivoco. Sai come fare, adesso che lo hai riconosciuto.

Il collezionista di ex
Questo ex amore, adora mantenere il suo piccolo harem. Lo aveva quando stavate assieme, lo ha anche ora che presumibilmente, sta con un'altra. Del resto lui non ha mai lasciato nessuna, nemmeno te. Ti ha portanta all’esasperazione, sparendo di qua e di là, finché non l'hai mollato. Ma nel ricontattarti mostra la sua generostà del maschio adulto che mette le relazioni umane sopra la rabbia e ti ricorda i bellissimi tempi trascorsi assieme e di come stavate bene. «Ti ho perdonato, perche’ non ho mai smesso di pensarti, ne tantomeno di amarti». Wor, fortunata: lui è disposto a ricominciare con te. E naturalmente con le altre. E tu?

L’errore da non fare
Pensare che sia cambiato. Abbandona questa speranza prima di rimanere intrappolata nell’harem. La fiducia che riponi nel potere del suo cambiamento e’ sempre viva, ed e’ proprio questo aspetto che permette al collezionista di ex, di passare con il semaforo verde e rifarsi vivo, trovando la tua disponibilita’ , data dall’incertezza che sia diventato davvero un uomo nuovo.

Come gestirlo
Goditi il corteggiamento che lui ti farà se non ti concederai. Gioca d’astuzia e dose bene l’arte dell’essere femmina: ci sono, ma non ci sono. Nella vita non si sa mai e nel frattempo, le sue acrobatiche attenzioni, faranno bene al tuo ego femminile ferito e stagnante.

L’amicone
Questo tipo di ex amore ripete un frase ossessivamente dalla fine della vostra storia: "rimaniamo amici". Si ripresenta invitandoti a bere il classico caffe’ o il diplomatico aperitivo, e ti racconta delle sue storie, si spreca in battute sperando di farti riassaporare quella complicita’ vissuta assieme, alternando carezze e pacche sulle spalle. Solitamente si tratta di una tattica per riavvicinarsi, ma qualche esemplare sincero esiste.

L’errore da non fare
Pensare che questa volta tra voi possa funzionare. La complicià si è trasformata in affetto, non e’ piu’ sentimentale,. E la vostra amiiczia rischia di essere un legame sottile e insinuoso che ti preclude molte altre possibili scelte in fatto di uomini.

Come gestirlo
Interrompi qualsiasi contatto, soprattutto se uno dei due e’ impegnato. Se lo avessi voluto nella tua vita, non lo avresti lasciato per stare con un altro, non ti pare? Proprio perché siete cresciuti insieme, è il momento di andare ognuno per la sua strada. Spezzare il cordone ombelicale risulta essere la combinazione vincente, riappropriandosi di una nuova realtà, dove spesso la crescita di entrambi non corre di pari passo. Qualcuno rimane sempre indietro.

L’inconsolabile ossessivo
Te lo hai lasciato e lui non si rassegna. Te lo trovi sotto casa, mimetizzato in mezzo a un cespuglio come un militare. Ti regala fiori, ti telefona alternando tenerezza infinita a  brutale cattiveria, toccando tutta la gamma dei sentimenti umani. Quando riesce a incrociarti, anche se sono passati anni dalla vostra lovestory,  ti chiede: «Perche’ lo hai fatto? Uno ocme me non lo troverai mai più». E meno male!

L’errore da non fare
Dargli spago. Rispondere alle sue telefonate perché in fondo ti fa pena. Non fai l’infermiera. Sei vuoi fare volontariato sai benissimo dove andare. Accontentarlo nell’ascoltare i suoi monologhi è come illudere un giustiziato nel braccio della morte.

Come gestirlo
Di questo tipo di ex amore, insidioso e manipolatore, è assolutamente doveroso liberarsi.L’indifferenza è la soluzione migliore, sperando che qualcun'altra se lo prenda al più presto. Sicuramente non è molto facile, ed è risaputo che questa ossessione potrebbe degenerare in qualcosa di peggiore.

Il fuggitivo
Questo ex amore è decisamente il più insidioso e bastardo. È sparito senza lasciarti neppure un post it. E rippare con un serafico «Ciao come stai?», come se nulla fosse. Potrebbe arrivare a dirti che sparire è stata l'unica scelta doversoa per lasciarti libera, per farti crescere e realizzare la tua vita, per raggiungere quegli scopi che con loro non avresti potuto raggiungere. È solo un modo per scaricarsi la coscienza. Di te non gli importa niente. Vuole solo fare  pace con i suoi sensi di colpa.

L’errore da non fare
Farti un film tipo: «Mi ero sbagliata su di lui, stava davvero passando un periodo di confusione, aveva solo bisogno di tempo».

Come gestirlo
Parti dal presupposto che è un fuggitivo seriale. Davvero vuoi stare con un upmo così accanto? Anche se avesse avuto buone ragioni per scappare, non devi trovargli nessuna giustificazione. Non cercare di bere dal rubinetto. Prendi un bel bicchiere di cristallo e brinda per la sua dipartita. Con una certezza: l'universo sarà generoso. Se vuoi incontrare un uomo meraviglosi domani, abbandona l'ex malsano di oggi!

Gli ex amori ritornano sempre sul luogo del delitto, amore ritrovato o un modo per consolarsi con una persona che si conosce già?
E' più facile sicuramente ritornare con una ex perchè e' familiare e quindi si entra nella stanza famossisima della "confort zone" 


Keep calm and be attenzione agli ex amori!

La vostra affezzionata dottoressa del cuore
 


Nessun commento:

Posta un commento

ladottoressadelcuore