Pensieri intrusivi e ossessivi. Consigli pratici


Ciascuno di noi ha dei pensieri intrusivi che dirompono e allagano la nostra quotidianità

Ciascuno di noi, in ogni momento, cerca di dare un senso a ciò che lo circonda.
Con il passare del tempo, le varie interpretazioni divengono convincimenti e stili di pensiero e di comportamento, che possono essere più o meno aderenti alla realtà e funzionali al benessere della persona.

Lo scopo di questo articolo, e di questa tecnica, che vi descriverò brevemente sotto, è quello di identificare e modificare tali "convincimenti" o pensieri intrusivi, ossessivi con pensieri più positivi e aderenti alla realtà.

Modificando i modi di percepire, pensare e agire, possiamo indirizzare il nostro essere verso modalità di pensiero più adattivi e funzionali.

I pensieri intrusivi e automatici, sono difficilmente individuabili, poichè si manifestano in modo rapido. Tali pensieri sono direttamente RESPONSABILI dei nostri stati d'animo, delle nostre EMOZIONI. 
Il messaggio fondamentale che voglio par passare è il seguente:

Non e' la realtà oggettiva in sè a scatenare le nostre emozioni, e quindi, le nostre sofferenze, ma il modo in cui interpretiamo ciò che ci accade. E se non vengono modificati con pensieri diversi, essi si rinforzeranno sempre di più, facendo sì che andremo a cercare tutte le interpretazioni, che confermano quel pensiero che si è costruito nel tempo. 

ESEMPIO DI UNO STILE DI PENSIERO INTRUSIVO E DISFUNZIONALE

A) Evento o frammento di un evento = Il mio ragazzo mi ha lasciata...

B)  Pensieri intrusivi e automatici = "Non sono amabile", sono un disastro con gli uomini, ho dato tutta me stessa e lui si comporta da stronzo lasciandomi, sicuramente avrà trovato una meglio di me, non l'ho curato come dovevo, gli uomini sono tutti uguali, non mi meritavo di essere lasciata, non sono abbastanza per lui, non ne faccio una giusta.... (Potrei continuare con lista, ma sto buttando giù delle idee, voi avrete le vostre. Son solo delle intepretazioni che possono arrivare subito, pur non essendo aderenti e congruenti con la realtà)

C) Interpretazione del pensiero = "Rimmarrò sempre da sola", non mi innamorerò più di nessun uomo.... ecc...

D) Emozioni/Comportamenti = "Rabbia, frustrazione, amarezza, tristezza, delusione, senso di vuoto". 

Pertanto da queste emozioni, scaturirà ansia e sofferenza. Si metteranno dunque, in atto comportamento coerenti con le emozioni provate.  

ES: Farò in modo di non frequentare più nessuno, e di evitare posti e situazioni potenzialmente pericolosi dove potrei fare la conoscenza di qualche uomo 

NOTA BENE 

IL PUNTO C) puo' anche non esserci a meno che i pensieri intrusivi, riguardino una situazioni futura ritenuta pericolosa ( ho paura che il mio ragazzo mi lascierà o tradirà)

Di seguito troverete un scheda per esercitarvi e per vedere chiaramente quali sono i vostri pensieri instrusivi e ossessivi disfunzionali all'interno del vostro rapporto o in generale verso le relazioni sentimentali. 

E' un diario da tenere. Potete non mettere l'ora e il giorno nella prima colonna, basta l'EVENTO!





Se volete proprio saperlo la dottoressa del cuore, ne ha fatti non so quanti. Adesso sono tutti impilati e immortalati sopra uno scaffale. Mi sono serviti davero, parola del cuore :)  

A presto! 
Già dimenticavo, vi lascio un link di un video riguardo proprio questa tematica


 

Nessun commento:

Posta un commento

ladottoressadelcuore